Ragionamenti perversi

Ragionamenti perversi

Ragionamenti perversi “Quando non si può attaccare il ragionamento, si attacca il ragionatore” (Paul Valéry). E’ ciò che accade sempre più spesso e mi sento in dovere di non smettere di dirlo. E’ ciò che mi è accaduto anche in occasione del post “Femminismo o donna”, in difesa della donna, nella sua peculiare diversità, contro … Continua a leggere Ragionamenti perversi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La differenza

La differenza

La differenza non sta in un concetto religioso ma in un fatto semplicemente umano. "Non uccidere" prima ancora che un comandamento, è una ragione umana, c'è poco da girarci attorno. Vale per tutti: nessuno può decidere la morte di qualcun altro. Non esiste caso ammesso. Farlo, equivarrebbe a stabilire una gerarchia umana in cui qualcuno, … Continua a leggere La differenza

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Morte obbligatoria

Morte obbligatoria

Il caso di Vincent Lambert in Francia, come gli altri che lo precedono, aprono un dibattito molto forte sul diritto alla vita. E' un tema delicato che tocca in maniera profonda i diretti interessati e i familiari. Al tempo stesso, spacca le opinioni per il contrapporsi di due visioni etiche opposte. Vincent Lambert Il Sig. … Continua a leggere Morte obbligatoria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Soli

Soli

Soli: ci si sente così quando si aspetta invano l’arrivo di una “parola autorevole” che non arriva. Congresso della famiglia Si è concluso il congresso della famiglia e per amore della verità espongo i contenuti del documento conclusivo. Esso auspica “il riconoscimento della perfetta umanità del concepito; la protezione da ogni ingiusta discriminazione dovuta all’etnia, … Continua a leggere Soli

  • 18
  •  
  •  
  •  
  •