Senso unico arcobaleno

Senso unico arcobaleno
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Su cosa pensate che stia lavorando in questi giorni la Presidenza del Consiglio dei Ministri? E l’Istituto Superiore della Sanità? Come affrontare la pandemia? Come gestire un’eventuale successiva ondata? Soluzioni per la più grave crisi economica dell’ultimo cinquantennio? Nulla di tutto ciò. Infotrans, il portale per l’identità di genere. La stretta via in cui stanno intrappolando il pensiero è a senso unico, un senso unico arcobaleno.

Niente omofobia

Il mio discorso si riferisce alle priorità, niente omofobia. Sono per il rispetto verso chiunque e ritengo (giusto per precisare) che ogni persona maggiorenne possa fare ciò che più le aggrada. Purtroppo le precisazioni sono d’obbligo (e fanno perdere tempo) visto che, secondo  “il politically correct” (che io ritengo Il politicamente idiota), se si tocca l’argomento, si è automaticamente omofobi.

Miopia a senso unico

Nulla da ridire sul fatto che esista il portale; qualcosina piuttosto per il fatto che se ne faccia una bandiera di Stato. Facendo un passo indietro nel tempo (non troppo), si è voluto che questo Stato fosse laico, ovvero che non fosse portatore di alcuna religione. In tempi più recenti, fecero scandalo persino le croci al cimitero e i manifesti pro vita sugli ingressi delle cliniche. Pertanto, che ci si metta d’accordo on un minimo di lealta’: si ritiene “valore” la libertà di scelta sull’identità di genere ma non sulla libertà di procreare? Si ritiene “imprenscindibile valore” l’inviolabilità della vita (dichiarazione odierna di Open Arms) se si tratta di “naufraghi”, ma non vale lo stesso imprescindibile valore nei casi di aborto e eutanasia?

Distinguo

Una distinzione peraltro va fatta: nei casi di aborto e eutanasia, le “vittime” non hanno alcuna consapevolezza: sono vittime in tutti i sensi, subiscono le scelte altrui, nessun atto di volontà possibile da parte loro. Quelli che chiamiamo naufraghi, invece, sono in realtà migranti che conoscono la “via maestra”, decidono di entrare irregolarmente, e, assieme a chi si prodiga a loro favore, alimentano il traffico di esseri umani. In tutta “l’emergenza” del fenomeno migratorio clandestino, nessuno rimarca che il problema sembra sorgere SOLO per coloro che approdano: il governo arcobaleno si dà un sacco da fare per costoro; nulla, al contrario, per quel novanta per cento di popolazione che rimane al di là delle coste. Per questi ultimi, niente lacrime multicolori.

Infotrans

Ho dato uno sguardo sul portale:  a ben guardare, non sembra un sostegno, piuttosto un invito, una sorta di spot promozionale. La tecnica ben nota e’ quella di mostrare come assodato qualcosa che non lo è. In tal modo, la “pressione psicologica” sulla moltitudine spinge a considerare per vere informazioni del tutto opinabili.

Bavagli

Guai a dirlo. Anzi, rimane ancora qualche giorno di libertà in attesa della legge sull’omofobia, un modo come tanti altri applicati ultimamente, per censurare o addirittura sanzionare i pareri diversi.

Siamo in un senso unico di pensiero, un senso unico multicolore, un senso unico arcobaleno.

Rosario Galatioto


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rosario Galatioto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: